Slack x sospensione socio

da | Dic 16, 2018 | Riunione di Consiglio

giovedì 6 dicembre ore 7,30Partecipanti: Ilaria, Basil, Claudio, Giancarlo

Visita ispettiva e sanzione socio XXX: leggiamo insieme la lettera di William e nuovamente ribadiamo che esistono i termini per la sospensione del socio. Tuttavia al momento Claudio ritiene più efficace prendere tempo e seguire l’evoluzione dei fatti. In particolare poichè il socio ha finalmente provveduto ad inoltrare alla GdF i documenti necessari suggeriti da William, si attende una risposta da parte loro.

Data la delicatezza della situazione si decide che saranno Claudio e Basil, affiancati dalla consulenza legale di William, a gestire la relazione con il socio ed in generale la pratica.

Il Consiglio seguirà gli aggiornamenti.

 

Comunicazioni ai Soci: prendiamo nuovamente atto che è auspicabile una comunicazione più incisiva sulle questioni inerenti sicurezza e visite ispettive. Possibili strategie:

  • stampare un fascicoletto per gli host con i documenti fondamentali e le istruzioni in caso di visite ispettive da recapitare attraverso i coordinatori (o per posta previa telefonata)
  • vincolare ogni anno il rinnovo delle tessere host al download dei documenti (v. sopra)
  • note specifiche nella lettera di rinnovo host 2019
  • Tutorial – video?

Prossima riunione di consiglio:

– Incontro a Firenze venerdì 14 dicembre al mattino con Rigacci (venerdì 14 dicembre) per bilancio

OdG:

  • Verifica delle azioni in sospeso
  • Bilancio con Rigacci
  • Preparazione dell’Assemblea di Rispescia proposte
  • Rinnovo tessere 2019 (lettera rinnovo – strategie comunicazione)
  • Progetti in sospeso (manuale del WWoofer – Trazione animale – Pergola – )
  • Segnalazioni e sospensioni
  • Aggiornamenti sulla piattaforma (CWP)

Pubblicato da Ca per WWOOF Italia

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Nuovi ogm, il Parlamento europeo approva la deregolamentazione

Le 42 organizzazioni della Coalizione Italia libera da ogm (tra cui Wwf, Lipu, Legambiente, Greenpeace, Federbio, Assobio, Navdanya International) hanno espresso un profondo rammarico per il voto del Parlamento europeo sulla deregolamentazione giudicando l’eliminazione della valutazione del rischio sui nuovi ogm grave e contro gli elementi fondanti del patto europeo.

Loading