WWOOF Italia

associazione di promozione sociale nata per coordinare il movimento WWOOF in Italia e creare relazioni di rete nell’ambito dell’agroecologia e della biodiversità

Ad oggi WWOOF Italia ha una base associativa composta da circa 700 host, 5700 wwoofer e 10 soci ordinari che, pochi ma buoni, aderiscono a WWOOF italia per partecipare attivamente alle iniziative ma anche al coordinamento o alla gestione delle attività associative.
Abbiamo anche un piccolo numero di soci minorenni che danno un’impronta energetica fresca ad un movimento che investe in un futuro migliore attraverso la diffusione di conoscenze e pratiche biodiverse ed agroecologiche.

Le attività associative, regolate da Statuto e Regolamento, vengono approvate dall’Assemblea dei Soci che dà mandato al Consiglio Direttivo di renderne esecutive le linee guida.
Sul Territorio le reti relazionali fra soci sono animate dal gruppo dei Coordinatori che si spendono per l’accoglienza dei nuovi host e per organizzare riunioni locali o per assistere i Soci nello sciogliere eventuali problematiche.
Il lavoro quotidiano di collegamento fra Soci, Coordinamento e Consiglio viene svolto dallo Staff.

Gruppo di coordinatori WWOOF Italia

Il Coordinamento di WWOOF Italia

Partecipa attivamente alla vita associativa e si incontra periodicamente per condividere esperienze, partecipare all’accoglienza dei nuovi Host e WWOOFer, organizzare e partecipare alle iniziative ed i progetti sul territorio.
Qui trovi una mappa indicativa dei referenti che potrebbero interessare la tua zona. Se vuoi contattarli puoi scrivere a staff@wwoof.it per ricevere i loro recapiti.

WWOOF, una rete mondiale spontanea

Il WWOOF iniziò nei primi anni ‘70 nel Regno Unito quando una signora di nome Sue Coppard fondò il primo gruppo WWOOF.

“Sento che WWOOF mi ha scelto come suo canale: una segretaria di Londra senza amici rurali o famiglia, ma struggente per la campagna. WWOOF originariamente stava per Working Weekends On Organic Farms (oggi ha il significato di World Wide Opportunities on Organic Farms). Misi in fretta un annuncio nella rivista Time Out di Londra, ed è lì che sono partite le prime quindici richieste.”

WWOOF è cresciuto diventando oggi una rete mondiale di circa 15.000 host in oltre 130 paesi e centinaia di migliaia di visitatori ogni anno. Le fattorie WWOOF offrono vitto, alloggio e formazione ai wwoofers che arrivano a dare una mano. Gli host WWOOF condividono infatti la propria casa, il cibo, la conoscenza e la vita quotidiana con tutte le persone che vogliano aiutare nelle attività della fattoria.

I soci viaggiatori, o WWOOFer, condividono la quotidianità rurale con l’host e passano una parte della giornata aiutando nelle attività e imparando tecniche agricole sostenibili.

WWOOF Italia ti mette in contatto con 628 host in Italia che praticano la sostenibilità.

Sue Coppard

“Quando ho pensato al WWOOF per la prima volta, nel 1971, non avevo la più pallida idea che un giorno sarebbe diventata un rete mondiale ben avviata con membri in tanti paesi che girano per tutto il mondo! Ma WWOOF risponde ai bisogni di così tante persone che doveva accadere”

Sue Coppard