pdf

Bilancio 2011

da | Mar 3, 2012 | Comunicazioni dell'Associazione

Buongiorno, ecco il Bilancio 2011. Arriva un po’ in ritardo rispetto alle intenzioni ma l’avvicendamento nella gestione della contabilità e soprattutto le difficoltà di Poste Italiane negli ultimi mesi ci hanno creato un po’ più di lavoro e diversi inciampi.

Abbiate cura di leggerlo: abbiamo sempre cercato che il bilancio fosse letto collettivamente in assemblea per la maggiore limpidità possibile. Molti giudicano però che togliamo in questo modo troppo tempo alla discussione di argomenti più appassionanti.

Fateci sapere se e cosa avete il desiderio di approfondire riguardo alle voci di bilancio in modo che possiamo organizzarne una spiegazione e una discussione più circostanziata, se necessario in un gruppo di lavoro apposito.

La costruzione del bilancio preventivo la faremo insieme discutendo e approvando/respingendo le proposte per le attività future.

Grazie per la collaborazione

per il Consiglio

Claudio

pdfBilancio WWOOF 2011 per Assemblea Soci73.25 KB03/03/2012, 10:08

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it o chiama al 3510810820

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading