23 Novembre 2008

da | Lug 8, 2012 | Riunione di Consiglio

 

 

 

Vada, 3 Novembre 2008

 

 

 

 

Verbale del Consiglio Direttivo

 

 

 

In data odierna, alla presenza di tutti i consiglieri in carica, si è riunito il Consiglio Direttivo di WWOOF Italia per discutere i seguenti punti:

 

  1. 1) Aggiornamento ed integrazione della polizza assicurativa in merito alla possibilità di svolgere piccole manutenzioni, tinteggiatura, modeste costruzioni edili senza impiego di impalcature, costruzione di staccionate in legno, etc.
  2. 2) Limitazione ai soli soci residenti in Italia dell’estensione della polizza assicurativa all’estero.
  3. 3) Aggiornamento riguardo alle attività della Rete dei Semi Rurali

e del movimento Rifiuti 0.

  1. 4) Aggiornamento sulla gestione del c/c aperto c/o  Banca Etica e                  decisione riguardo alla chiusura al 31/12 del c/c presso Poste Italiane.
  2. 5) Approvazione dell’acquisto di un computer portatile in uso al Presidente in sostituzione di quello danneggiato
  3. 6) Approvazione dello spostamento del sito dall’hosting americano ad un servizio di hosting nazionale (Global Italia)
  4. 7) E’ stato affrontato l’attuale regime di gestione delle lementele, soprattutto per chiarire la questione al consigliere neo eletto.

 

Letto, approvato e sottoscritto

 

Dino Chiaraviglio

 

Alan Pink

 

Valerio Tassinari

 

Claudio Pozzi

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it.

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Nuovi ogm, il Parlamento europeo approva la deregolamentazione

Le 42 organizzazioni della Coalizione Italia libera da ogm (tra cui Wwf, Lipu, Legambiente, Greenpeace, Federbio, Assobio, Navdanya International) hanno espresso un profondo rammarico per il voto del Parlamento europeo sulla deregolamentazione giudicando l’eliminazione della valutazione del rischio sui nuovi ogm grave e contro gli elementi fondanti del patto europeo.

Loading