06 Dicembre 2007

da | Lug 8, 2012 | Riunione di Consiglio

 

L’anno Duemilasette, il giorno 6 del mese di dicembre presso l’azienda “L’oliva volante” in Castagneto Carducci (LI) via S.Agata 162,alle ore 18,15 si riunisce il Consiglio direttivo della Associazione WWOOF ITALIA per discutere e deliberare sul seguente Ordine Del Giorno:

 

  1. 1) Lettera di dimissioni di Giuseppe Riggio e sue proposte.
  2. 2) Proposta di contratto a tempo pieno per Bridget Matthews. Considerazioni sul budget.
  3. 3) Proposta di apertura di un conto c/o Banca Etica ed eventuale chiusura del conto alle Poste.
  4. 4) Discussione sulla gestione delle lamentele.
  5. 5) Progetto Carbon footprint offsetting. Proposta di un primo finanziamento
  6. 6) Resoconto del contenzioso WWOOFer/Capre e Cavoli

 Il Presidente Claudio Pozzi dopo aver constatato la presenza dei seguenti
consiglieri: Pink Alan; Tassinari Valerio, Sloth Orietta, dichiara valida la riunione e nomina segretario Alan Pink, al quale affida la redazione del presente verbale.

Il Presidente apre la discussione sul primo punto dell’ordine del giorno riguardante la lettera di dimissioni di Giuseppe Riggio. 

Il Consiglio prende visione della lettera di dimissioni di Giuseppe Riggio, ne condivide le motivazioni e prende in considerazione le sue proposte riguardanti la pubblicazione degli atti assembleari e consiliari, che verranno discusse e approfondite quanto prima.

Presa visione dell’indagine amministrativa condotta da Alan, il consiglio si orienta su una spesa lorda per lo stipendio di Bridget Matthews, della quale si decide contestualmente per l’assunzione a tempo pieno, pari a 23.000 € annui. Verrà presentata in assemblea per la ratifica una proposta di contratto.

Si discute e si decide per l’apertura di un c\c intestato all’associazione presso Banca Etica, filiale di Firenze. La firma su tale conto sarà del Presidente in carica e, quando necessario, di chi ne fa le veci.

Si propone una gestione decentrata delle lamentele. Vengono proposti due soci molto attivi cui si decide di affidare, se consenzienti, l’incarico.

Per quanto riguarda il Progetto Carbon footprint offsetting, viene individuato il progetto del socio Sofie Wendt cui verrà richiesto un preventivo cui il consiglio decide di contribuire per il 50% fino ad un massimo di 400 €.

Claudio fa un breve resoconto del contenzioso che vede una WWOOFer intraprendere causa nei confronti dell’azienda Capre e Cavoli di Sassetta. Visto lo stato avanzato del contenzioso e l’estraneità del rapporto WWOOF alla vicenda, non vengono individuate soluzioni diverse dal sostegno “esterno” già intrapreso.

 

 

Alle ore 21,00, il presidente, non avendo null’altro su cui deliberare, dichiara chiusa la  riunione mediante redazione, lettura, approvazione e sottoscrizione del presente verbale.
Il Presidente (Claudio Pozzi) Il Segretario (Alan Pink)


    _________________       _________________
I consiglieri

Valerio Tassinari  _______________ _______________

 

Orietta Sloth _______________ _______________

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it o chiama al 3510810820

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading