Una giornata di informazione, confronto e festa sul tema dei semi e dell’accesso alla terra

da | Apr 18, 2014 | Iniziative

 

Il 28 e 29 aprile Firenze ospita il
Festival dei semi, del Cibo e della Democrazia della Terra.
Con Vandana Shiva per una nuova economia.

Il Festival costituisce una tappa della “Carovana dei semi” una manifestazione itinerante pensata da Vandana Shiva che porterà in Europa la voce di chi vuole un agricoltura libera da veleni e da OGM e a favore dei semi locali e delle biodiversità.

Perché i semi della libertà?
Navdanya International
 è impegnata da anni nella “Campagna Globale per i semi della libertà” per sensibilizzare l’opinione pubblica e i governi sull’importanza di difendere le sementi locali, un bene collettivo quindi libero da brevetti e monopoli.

Perché un Festival?
Promosso da Seed Freedom, Navdanya International, la Fierucola con il Patrocinio della Regione Toscana e di Banca Popolare Etica è un evento aperto a tutte le associazioni e istituzioni che lavorano sui semi, sul cibo e per la democrazia della terra. Un programma pensato per tutti, dai bambini ai produttori e organizzato in collaborazione con: Rete Semi Rurali; Donne in Campo; Museo di Storia Naturale, sezione Orto Botanico di Firenze; Community Garden con Orti Dipinti; Peliti; Associazione Italiana per l’Agricoltura Biodinamica; Coordinamento Toscano Produttori Biologici; Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica; Rete dei mercati contadini; Associazione Permacultura Firenze; AAM Terra Nuova; Biblioteca delle Oblate; Sportello Eco Equo con Orti Volanti, Forum Nazionale Agricoltura Sociale e altre in via di adesione. Saranno inoltre presenti esponenti di altre associazioni europee tra cui Demeter, Red de Semillas, Arche Noah, Open House e altre in via di adesio ne.

La Carovana

Il 26 Aprile la comunità “Peliti” celebra in Grecia una giornata di Scambio delle varietà locali di Semi. Il 27 Aprile la Carovana parte dalla Grecia e sarà a Firenze il 28 e 29 aprile; il 30 farà tappa a Genova per l’incontro con Terra! Onlus e una visita agli orti comunitari della città per poi ripartire in direzione della Francia dove dal 1° al 4 maggio si terranno le Giornate Internazionali dei Semi a cura di Kokopelli.

La carovana è organizzata grazie alla collaborazione delle associazioni Peliti (Grecia), Seed Freedon, Global Moviment, Navdanya International e Kokopelli (Francia)

La Promessa dei bambini
Il Festival si apre all’Orto Botanico con la firma della “Promessa” tra i bambini e ragazzi e Vandana Shiva, insieme agli agricoltori custodi. La consegna alle giovani generazioni dei semi da parte degli agricoltori è un gesto simbolico che richiama le più antiche tradizioni di condivisione dei saperi.

Piazza SS. Annunziata,
Nel cuore di Firenze, è la sede del Festival. Incontri, dibattiti, il mercato della Fierucola e della rete dei mercati contadini con la vendita e lo scambio di semi autoprodotti, laboratori, musica.

Info: Navdanya International 055286552 – info@navdanyainternational.it
ufficio stampa: Sicrea, Maurizio Izzo 3483517722
Via De’ Pucci, 4 – 50122 Firenze – www.navdanyainternational.it


Clicca qui per consultare il programma dell’evento

 

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it o chiama al 3510810820

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading