CERTIFICAZIONE PARTECIPATA, IL BIOLOGICO DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE

da | Lug 30, 2017 | Iniziative

Ho il piacere di invitarvi all’Incontro informale con Mauricio Boni, agronomo del Movimento dei Senza Terra (MST) del Brasile che lavora con la certificazione partecipata
per la cooperativa BioNatur (la più grande cooperativa di produzione di semi biologica dell’America

 

del Sud). Il sistema è riconosciuto dalla legislazione Brasiliana.
Su CERTIFICAZIONE PARTECIPATA, IL BIOLOGICO DAL
PRODUTTORE AL CONSUMATORE, con un sistema di verifica e
garanzia fra produttori, consumatori e società.

INFORMAZIONI SULLA PROPOSTA DI LEGGE ITALIANA PER IL RICONOSCIMENTO
DELL’AGRICOLTURA CONTADINA

MERCOLEDÌ 2 AGOSTO ORE 20.45,
PRESSO LA SALA DEL CENTRO ANCH’IO,
SOTTO IL CENTRO GIOVANI SMART LAB
VIALE TRENTO n° 47/49 A ROVERETO
ALLE ORE 20.30 TI ASPETTIAMO
PER UN BIO-APERITIVO ANALCOLICO
L’incontro è promosso dalla rete comun’Orto e da
FT bio – Federazione Trentina bio biologico e biodinamico
con il sostegno del Comitato delle ass. per la Pace e i Diritti Umani di Rovereto

Come da locandina allegata
Speriamo di vederci a questo interessante evento, passate notizia

Elisabetta Monti

pdf2_agosto_incontro_Certificazione_Partecipata_copia.pdf225.53 KB30/07/2017, 18:39

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it o chiama al 3510810820

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading