2 marzo 2018

da | Mag 4, 2018 | Riunione di Coordinatori

WWOOF Italia (WI)

verbale assemblea Rispescia

incontro coordinatori 2 marzo 2018

 

10:21 – Iniziano i lavori. Felice legge una poesia. Gabriele e Nicoletta assumono le funzioni di moderatori, quindi si illustrano brevemente gli odg.

Si procede con un giro di presentazioni

 

10:35 – I coordinatori esprimono diverse esperienze maturate all’interno del loro ruolo. Si parla anche di mercati, vendita diretta e funzionalità del mercatino online di WI.

Per incentivare gli incontri locali, si suggerisce la possibilità di prendere spunto dalle”giornate poderali” di Asci Toscana: mutuo aiuto al mattino e riunione nel pomeriggio.

Segue uno scambio di opinione sugli incontri locali. Emergono i vantaggi dell’organizzare incontri “misti” aperti oltre che ai soci wwoof anche ad altre realtà.

Gabriele, che conta di trasferirsi dalla provincia di Arezzo al Piemonte, segnala la sua disponibilità ad aiutare con il coordinamento della regione.

Si segnala come, negli incontri locali, sia utile scavalcare i confini provinciali e regionali.

 

11:10 – Bruno chiede ragguagli sull’uso della newsletter come strumento di organizzazione degli incontri locali. Seguono riscontri.
Gli strumenti informatici possono essere utili se è già presente un sistema di fiducia.

Geraint propone di far pervenire gli inviti agli incontri locali per cartolina, dato che avrebbe molta più rilevanza.

 

11:28 – Carla e Felice espongono un resoconto sullo stato dei territori terremotati. Claudio illustra i rapporti di WI con Amatrice 2.0 e la catena di solidarietà che sta operando ininterrottamente.

 

11:47 – Eleonora illustra il suo lavoro di ricerca su WI, prima nell’ambito di tesi di laurea e ora come dottorato. La ricerca, sviluppata negli ultimi 5 anni, ha coinvolto principalmente il Piemonte e la Basilicata, ricorrendo a interviste, focalizzandosi sulle reti sociali sviluppate in WI e intorno WI.

 

12:05 – Si proietta un video di Antonella in cui relaziona l’esperienza di un incontro locale in Piemonte.

 

12:15 – Walter ha riscontrato un fenomeno diffuso di aspiranti soci host che pur essendo idonei non procedono con l’iscrizione.

 

12:17 – Francesco distribuisce copie della bozza di un opuscolo riassuntivo delle assemblee WI, pensato per gli incontri locali, e chiede riscontri.

 

12:20 – i presenti si confrontano sull’esperienza di Walter

12:26 – Cinzia ritiene che sarebbe utile alla qualità delle relazioni se si vietasse ai soci WI di aderire alle piattaforme online di scambio alloggio per lavoro.

 

12:28 – Si decide di prolungare gli interventi fino alle 13.

Per Basil è necessario analizzare e differenziare le cause per cui gli host non si reiscrivono: se sia per un percepito degrado dei wwoofer o se per un desiderio di modernità dei servizi online. È necessario aumentare la qualità senza incidere sulla missione divulgativa e sull’aspetto formativo di WI, cercando di non diventare un’élite. Anche per Claudio la visione dei valori non deve scadere nel fondamentalismo.

 

12:50 – Pranzo

 

15:40 – Cinzia parla del percorso sulla sostenibilità condivisa intrapresa da Mag6 con l’obiettivo di arrivare a sostenere le proprie attività senza fare ricorso agli interessi sui finanziamenti. WI è socio mag e dovrà decidere se come partecipare a questo percorso.

La sostenibilità condivisa di Mag6 offre inoltre spunti per ipotizzare futuri metodi di sostentamento di WI alternativi e affiancabili alle quote associative.

 

16:05 – molte opinioni, riscontri e chiarimenti

 

17:05 – Dino propone di lasciare che l’assemblea conceda un incarico esplorativo al consiglio, senza lasciare che sia la stessa assemblea a dover decidere se e come partecipare.

 

17:10 – Si procede con delle votazioni per alzata di mano sui seguenti punti:

  • Presentare l’argomento sostenibilità condivisa in assemblea
  • Approvato all’unanimità
  • Rimandare le decisioni ad un altro momento
  • Walter approva. Respinto da tutti gli altri
  • Dare delega al consiglio per decidere il da farsi
  • Approvato all’unanimità

 

17:20 – L’intervento di William su Continuità della progettualità e su Successione nelle az. Agr. salta per via dell’assenza di William

 

17:25 – Basil e Alessandro presentano lo stato della piattaforma “comune” di FOWO (d’ora in avanti PFC) . Viene illustrato il percorso conoscitivo affrontato fino ad ora (sottoposto come concetto in assemblea 2017, sottoposto ai coordinatori all’incontro di Cutrofiano e analizzato nei dettagli dal consiglio). L’obiettivo di FOWO è riunire le associazioni nazionali in un cammino comune a livello globale, anche per contrastare la confusione data dai molti siti nati sfruttando meccaniche simili al wwoof.

Le organizzazioni WWOOF più grandi e in salute si faranno carico dei costi della PFC per fornirla gratuitamente alle organizzazioni minori, in spirito mutualistico. Le funzionalità ideate dalle singole organizzazioni potranno essere condivise da tutti. Ogni paese, con le sue richieste di sviluppo, può di fatto influenzare il cammino comune di WWOOF. Tutti i dubbi emersi durante l’analisi da parte del consiglio hanno avuto risposte positive dal team di sviluppo.

In assemblea si chiederà mandato di terminare il supporto all’attuale sito di WI e cominciare a investire le risorse direttamente nell’ottica della PFC. Nel bilancio, parte dei costi della PFC saranno elencati come “progetto”, data la natura di supporto offerta alla comunità mondiale. I costi potranno diminuire a fronte della maggiore adozione della PFC da parte delle grandi organizzazioni WWOOF.

 

18:00 – Domande e opinioni

 

18:37 – C’è da fare un lavoro di previsione sul bilancio per vedere con cosa andare a coprire i costi iniziali sovrapposti alla manutenzione ordinaria dell’attuale sito WI. In realtà sembra che di fatto sia possibile una scalabilità dei costi, quindi non ci sarebbe una reale sovrapposizione.

Si discute delle esperienze positive delle associazioni che hanno già adottato la PFC rispetto alla flessione globale del numero di wwoofer iscritti.

Emanuele esprime un dubbio sulla necessità di spendere tutti questi soldi su tecnologie internet da parte di un associazione di contadini, che invece dovrebbero evitare di rincorrere il mondo.

 

19:33 – Claudio chiede di giungere ad una conclusione e domanda se il gruppo dei coordinatori si sente pronto a sostenere l’adozione della PFC in assemblea. Nessuno sembra avere obiezioni sostanziali e il dibattito si sposta sulle voci di bilancio da ritoccare per coprire i costi.
Vengono proposte forme di finanziamento alternativo quali quote mercatino, quote sostenitori, ecc.

 

19:47 – Si parla dell’organizzazione dell’assemblea. Causa neve, sono saltati numerosi gruppi di lavoro. Restano i gruppi Comunità di sostegno all’agricoltura (CSA), migranti e legge contadina.

 

20:00 – cena.

Pubblicato da Bridget per WWOOF Italia

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading