Candidature collegio dei Probiviri

Candidature per il Collegio dei Probiviri

da | Apr 17, 2022 | Vita associativa

Nelle ultime ore è arrivata la proposta di due nuovi candidati che andrebbero ad affiancare quella dello “storico” Lamberto Soldatini. L’assemblea è quindi chiamata a decidere se desidera un Collegio monocratico o un Collegio formato da tre Probiviri.

Qui di seguito trovate la lettera di presentazione che Lamberto, Elisabetta e Dino ci hanno inviato per motivare la candidatura:

Tra i compiti istituzionali del Collegio è previsto che questo monitori l’operato del Consiglio e dell’Associazione per verificare la rispondenza agli scopi sociali e agli obiettivi prefissati, fornendo anche indirizzi e raccomandazioni.

Fino ad oggi il Collegio è stato monocratico con la sola presenza di Lamberto Soldatini, ma la sua funzione potrà essere più completa e incisiva se si aggiungono altre due persone.

Per la verifica ed elezione del Collegio da parte della prossima Assemblea, fino ad ora ci sono le candidature di Dino Chiaraviglio ed Elisabetta Monti e la disponibilità di Lamberto, se non ci fosse qualcuno che lo possa sostituire.
I candidati si impegnano a collaborare per il proseguo e per lo sviluppo dell’Associazione, in sintonia con gli scopi statutari e con il rispetto e l’accettazione reciproca che sempre l’hanno caratterizzata.

Elisabetta è iscritta a WWOOF dal 1999 ed è coordinatrice della zona di Trento.
Dino è iscritto a WWOOF dal 2007, ha fatto parte del Consiglio per due mandati ed ha svolto anche funzioni di coordinatore.
Lamberto è iscritto a WWOOF da questo anno ed è stato proboviro fin dal 2014.

Art 13 Collegio dei Probiviri

  1. Il Collegio dei Probiviri è eletto dall’Assemblea ed è composto da uno o tre membri effettivi scelti preferibilmente non fra i soci effettivi, anche su indicazione del Consiglio Direttivo. Esso può agire da organo monocratico o, se composto da tre membri, con la figura di un Presidente eletto al suo interno. L’assemblea, qualora lo ritenga opportuno, può eleggere un membro supplente, con compiti consultivi non vincolanti, che subentra in caso di prolungata indisponibilità o astensione per conflitto di interesse di un membro effettivo, fino alla prima Assemblea utile, che deve provvedere, se necessario, alla nomina dei membri necessari per l’integrazione del collegio. I nuovi nominati scadono insieme con quelli in carica.
  2. I Probiviri durano in carica tre anni e sono rieleggibili.
  3. La carica di Proboviro è incompatibile con quella di membro del Consiglio Direttivo.
  4. Il Collegio dei Probiviri ha il compito di:
    1. Monitorare l’operato del Consiglio e dell’Associazione per verificarne la rispondenza agli scopi sociali e agli obiettivi prefissati, fornendo anche indirizzi e raccomandazioni;
    2. Giudicare in via definitiva su eventuali ricorsi di soci;
    3. Svolgere il ruolo di garante e di amichevole compositore in caso di controversie all’interno dell’Associazione di cui all’art. 15.5 e 19 ;
    4. Se convocato dal Consiglio, partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo esprimendo pareri o voti consultivi.
  5. Il Proboviro che ha un interesse in questioni rimesse al Collegio, deve astenersi dal partecipare alle relative discussioni e decisioni;
  6. All’atto della nomina può prevedersi un compenso per i probiviri non soci, in conformità con quanto previsto dalla normativa

Pubblicato da Ale per WWOOF Italia

Contadino e Host nello Staff WWOOF Italia mi occupo della comunicazione e delle relazioni tra soci. Per contatti o per proporre nuovi contenuti webmaster@wwoof.it

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading