pdf

ministero del lavoro 1

da | Ott 5, 2011 | Documentazione

Qui in allegato il verbale dell’ispezione del Ministero del Lavoro effettuata presso l’azienda di un nostro socio host.

Questo documento (così come l’altro denominato Ministero del Lavoro 2) ha valore per quell’azienda e per la situazione verificata durante quell’ispezione, non è un salvacondotto.

E’ per tutti noi un importante precedente: serve sicuramente a tranquillizzare chi svolge l’attività di hosting secondo quanto previsto da statuto e regolamento di WWOOF Italia senza che la relazione col WWOOFer possa essere in alcun modo identificata come relazione di subordinazione: non deve correre denaro ma soprattutto orari e compiti vanno di volta in volta liberamente concordati fra Host e WWOOfer, rispettando interessi ed attitudini del singolo socio. L’oggetto dello scambio non può limitarsi a vitto e alloggio ma deve svilupparsi nella condivisione delle attività e nella formazione/informazione su ragioni e metodi del progetto dell’Host.

pdfministero_del_lavoro.pdf622.01 KB24/07/2012, 09:10

 

 

 


 

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it o chiama al 3510810820

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading