Ripristino di un antico oliveto e dei muretti a secco sui Monti Pisani

da | Gen 25, 2017 | Iniziative

Qui alla Lucertola abbiamo 4 ettari di oliveto collinare sui Monti Pisani, vecchio di secoli. Ci affacciamo su boschi, campi e Torre Pendente di Pisa. È molto bello.

Abbiamo avuto un’invasione di cinghiali che hanno fatto franare una serie di muri a secco e hanno causato una certa devastazione nell’oliveto.

Siamo riusciti a ripristinarne una parte lo scorso autunno grazie ad una valorosa squadra di wwoofers e parte del lavoro ancora attende di essere fatto.
Siamo alla ricerca di una squadra, nella settimana fra il 26 Febbraio e il 12 Marzo, di gente forte, laboriosa ed entusiasta di aiutarci:
a)  a riordinare l’oliveto
b) a potare gli olivi
c) a preparare alcuni muri per la muratura a secco e ricostruirne una parte
d) a svolgere altri lavori complementari come la pittura delle recinzioni, l’impianto di pali ed altri preparativi di inizio stagione

è un lavoro duro ma di grande  soddisfazione.

In attesa di vostre e mail

Colin Pilkington <colinpilkington0@gmail.com>

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it o chiama al 3510810820

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading