incontro a Riparbella (PI) il 2 dicembre

Un anno di incontri locali

da | Dic 29, 2023 | I Nostri Soci, Sul Territorio, Vita associativa

incontro a Riparbella (PI) il 2 dicembre
incontro a Riparbella (PI) il 2 dicembre

Dal globale al locale

Se c’è una capacità che va riconosciuta al movimento WWOOF è quella di saper agire su più livelli. Al meeting internazionale in Canada di settembre lo sguardo si è alzato a livello globale, per individuare strategie e valori comuni alle varie organizzazioni nazionali. In Italia, oltre all’assemblea generale di Fano e al raduno di coordinamento di Rassecale, è con grande piacere che quest’anno abbiamo visto nascere ben sette incontri locali, dalla Val d’Aosta al Molise (e un altro è già in programma in Sicilia per inizio 2024). Segno che il rallentamento di questi incontri negli ultimi anni era dovuto a cause esterne, e non certo alla mancata voglia di stare insieme e di collaborare. Segno importante anche per mantenere ancorati ai territori le idee più generali, per non perdere l’abitudine a tramutare le parole in fatti.

Un occhio su WWOOF e i suoi progetti

Gli incontri locali sono da sempre per WWOOF il serbatoio a cui attingere per nuove progettualità, da portare in assemblea e cercare di realizzare in futuro. E sono anche i momenti in cui è possibile raccontare e condividere esperienze positive e altre meno, portare dubbi, domande, proposte. Come possiamo migliorare la comunicazione tra i soci anche al di là dello scambio di WWOOFing? Come si può favorire un’interazione maggiore tra host e host, anche lontani tra loro nello spazio? Come può l’associazione essere vicina ai contadini dei territori che sempre più spesso vengono colpiti da eventi climatici estremi (l’incontro tra i soci romagnoli in novembre a Borgo Basino ha portato forte questo tema)? A cercare le risposte in queste giornate c’erano anche tanti WWOOFer locali (che anzi erano la maggioranza durante l’incontro di maggio da Sabina a Monte di Malo, Vicenza): un segnale importante per allargare la base di chi abbia voglia di partecipare più attivamente alle attività dell’associazione.

Oltre il WWOOF

Negli incontri locali non si parla però solo di WWOOF, consapevoli che l’approccio agroecologico è complesso e si dirama in una miriade di direzioni. Comunità educanti e scolarità alternativa, agricoltura sinergica (illuminante l’intervento di Antonio De Falco durante l’incontro di febbraio a Brozolo, in Piemonte), la trasmissione della proprietà contadina sono solo alcuni dei punti di interesse che i presenti hanno deciso di continuare ad approfondire. 

Ma se dovessimo però individuare un tema comune alla maggior parte di questi incontri,  sceglieremmo quest’anno le siepi, sul traino del corso Seminasiepi realizzato in settembre da WWOOF Italia. Se ne è parlato da Edy già in marzo insieme ai soci dell’Emilia Occidentale, mentre a Moscufo (PE) Tiziano ha dato l’opportunità ai soci abruzzesi e molisani di mettere direttamente le mani sulla progettazione e l’impianto di una siepe. Host e WWOOFer del Veneto hanno fatto visita ai filari arbustivi di un’azienda vicino a quella di Giampietro, che ha ospitato a Canizzano (TV) il secondo incontro regionale, mentre nell’incontro a Riparbella (PI) Massimiliano Petrolo (che di Seminasiepi è stato docente) ha fatto conoscere ai soci livornesi e pisani il progetto Arboreo.

Un 2023 incoraggiante, un augurio per il 2024

La formula è quella ormai consolidata negli anni. Tra la parte più generale e quella dedicata più specificatamente al WWOOF c’è l’immancabile pasto condiviso, e c’è chi dice che, alla fine, l’essenza di questi incontri stia proprio lì: conoscere chi ti siede accanto e scoprire che ha un’azienda vicino alla tua, che ha trovato un modo efficace per difendersi dalle lepri e domani ti ospiterà volentieri per fartelo conoscere. Se l’espressione “fare rete” è sulla bocca di tanti, non vediamo maniera più concreta di metterla in pratica di sedersi in cerchio,  conoscersi, imparare insieme a migliorare ed aiutarsi l’un l’altro a risolvere i problemi. Non sono mancate proposte più spostate verso la comunità locale, attraverso iniziative festose e conviviali: un apericena a suon di Reggae in occasione del mercato contadino settimanale ad Aosta, una due giorni di mercato inserita nell’ambito del Blues Festival di Borgiallo (TO) o addirittura un WWOOFer party con DJ Set a Costigliole d’Asti; esperimenti creativi con l’intento di far interagire il mondo WWOOF con le persone che vivono il territorio.

Vogliamo ringraziare i coordinatori Isa, Edy, Elena, Beatrice, Nicoletta, Fabrizio, Stefano, Carla, Bridget, Rosa per l’impegno e la tenacia nella costruzioni di questi momenti conviviali, imprescindibili per la nostra associazione. E ringraziamo anche Enrico, Luca, Giampietro, Sabina, Federica, Stefano, Tiziano, Elena&Giorgio per aver ospitato i conterranei durante queste giornate di condivisione. L’augurio è di poter avere anche nel 2024 una partecipazione così numerosa e attenta, e che la pratica di conoscenza reciproca possa allargare la sua rete a tutti i territori.  

img-12

Pubblicato da Fabrizio per WWOOF Italia

Sono socio attivo di WWOOF Italia come coordinatore locale e affianco lo staff nelle relazioni sul territorio. Per contattarmi: fabrizio.romagnoli@wwoof.it

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Loading
incontro a Riparbella (PI) il 2 dicembre