Ri.Semina: campagna di raccolta fondi per la Romagna alluvionata

da | Nov 29, 2023 | Dalle nostre reti, Iniziative, Sul Territorio

Soffi di Terra per la Romagna

SOFFIDITERRA continua la sua attività di supporto alle piccole realtà contadine rispettose della Terra che in Romagna hanno visto in primavera i loro campi devastati da frane e alluvioni. Da maggio per Elena Campacci, fondatrice dell’associazione, è diventata una necessità rimboccarsi le mani per dare il proprio contributo a cercare di venire fuori dall’emergenza insieme.

“Il progetto Ri.Semina nasce spontaneamente nel fango, quando ci siamo trovati, noi di Soffiditerra ed altri amici, a spostare secchi di fango e mobili dopo l’alluvione di maggio 2023.
Come rimanere passivi e silenti di fronte ad un disastro simile, sia umano che ambientale?”

L’emergenza non è finita

Avevamo già dato notizia di questa iniziativa in estate: intanto, l’attività di mappatura si è conclusa e sono state individuate una trentina di realtà messe in particolare difficoltà dagli eventi climatici primaverili. Ad alcune di queste è già arrivato un supporto economico, grazie ai fondi arrivati attraverso la campagna di raccolta. Spenti i clamori mediatici, resta invariata la necessità di ricostruire un territorio, colpito nella sua fisicità quanto nella sua anima. Sono ancora tante le realtà che hanno bisogno di una mano per potersi risollevare: sarà prezioso ogni aiuto, dal contributo economico alla diffusione di questo appello.

Pubblicato da Fabrizio per WWOOF Italia

Sono socio attivo di WWOOF Italia come coordinatore locale e affianco lo staff nelle relazioni sul territorio. Per contattarmi: fabrizio.romagnoli@wwoof.it

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Nuovi ogm, il Parlamento europeo approva la deregolamentazione

Le 42 organizzazioni della Coalizione Italia libera da ogm (tra cui Wwf, Lipu, Legambiente, Greenpeace, Federbio, Assobio, Navdanya International) hanno espresso un profondo rammarico per il voto del Parlamento europeo sulla deregolamentazione giudicando l’eliminazione della valutazione del rischio sui nuovi ogm grave e contro gli elementi fondanti del patto europeo.

Loading