Foto panorama La Fonte

La Fattoria Biologica La Fonte Cerca Cogestori

da | Apr 24, 2022 | richieste e offerte di lavoro

sull’Appennino Modenese a 900 m. slm.

La Fattoria Biologica La Fonte è un nuovo progetto socio-economico che ha fra i suoi scopi il permettere ai

giovani di insediarsi in agricoltura.

La Stalla

Il modello è pensato per creare un nuovo rapporto di reciproco supporto tra produttori e consumatori per

l’affermazione di un economia locale che possa riportare persone in montagna a gestire il territorio.
Si ricreano le fattorie polifunzionali del passato con allevamenti, cura del bosco, coltivazioni e frutta, uscendo

dal biologico industriale. A livello sociale si fa cogestione (impresa insieme), si vive e si mangia in fattoria

eliminando costi individuali di affitto, bollette e vitto.

L’interno della stalla e le Capre

Ci troviamo sull’Appennino Modenese a 900 m. slm. Si ricercano collaboratori motivati e con mentalità imprenditoriale:

se l’esperienza porta alla voglia di stabilità e ci si sentirà in grado di gestire assieme la fattoria, in seguito
si potrà ufficializzare la cogestione con una società.

La gestione della fattoria è comune; a fine anno si decide assieme la finalizzazione degli utili e quanto remunerarsi.

Pubblicato da Claudio per WWOOF Italia

Nello Staff di WWOOF Italia mi occupo fra le altre cose di comunicazione. Se hai notizie di iniziative o progetti da pubblicare contattami all'indirizzo claudio.pozzi@wwoof.it o chiama al 3510810820

0 commenti

Altre notizie da WWOOF Italia

Una opportunità a Montieri (GR)

“A single o coppie, dotati di automezzo, amanti del silenzio e della natura selvaggia, offro appartamento completamente ammobiliato e attrezzato e la facoltà di coltivare e fruire di un orto di 500 mq in una casa colonica molto isolata nel comune di Montieri (GR), in cambio di 7 ore settimanali di assistenza a persona anziana che vive in appartamento limitrofo. (Wifi rapidissimo).“

Estate 2022 – Fattoria il Rosmarino – Marcon, Venezia

Mettiamo a disposizione un’area di 18 ettari già condotta con metodo biologico, dove incrementare le strutture esistenti per
adeguarle alle nuove necessità.

L’agricoltura è definita legalmente “SETTORE PRIMARIO”, anche se ce l’hanno fatta percepire come l’ultimo dei bisogni, poiché il
diritto a sfamarsi non può essere negato a nessuno.

Questa REALTÀ AGRICOLA è la vera scelta che abbiamo deciso di perseguire.

Loading